Slow Brain.

Un tempo si magnificava il mirabile tocco di slow hand. Lontano da quegli assoli che sfociavano furiosi da riff indiavolati. Poi è arrivato il momento di rallentare in cucina e lo slow food è diventato una nuova religio-cool. Indi ci siamo accorti di quel tempo strano che si è instaurato dopo la pandemia. E’ come essere sul bordo del baratro dell’orizzonte degli eventi in prossimità di un buco nero; invece siamo sul green di un geriatrico campo da golf. Tutto rallenta, si sgretola sfilacciandosi, sembra che il mondo viva uno slow-motion interminabile tra le more del virus. Probabilmente non è così, siamo noi a rallentare perché esausti e sopraffatti dalla belluina vivacità dei giovani indifferenti alla nostra morte.

Lentamente la mente ci abbandona.

26 pensieri riguardo “Slow Brain.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: