Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Rust never sleep.

La ruggine non dorme mai. L’anima sovietica della Grande Madre Russia non ha mai smesso di esistere. Lo Czar ci sta risvegliando dall’illusione di un mondo pacificamente ipocrita dove con il WTO si aggiusta tutto. Siamo tornati ai giochi di potere di una volta. Vuoi le mie risorse? Devi pagare con la mia moneta nazionale. Fosse tutto in tal tono, il CBOE di Chicago andrebbe a rotoli ed Eddie Murphy a Dan Aykroyd non potrebbero fare il colpaccio con il succo d’arancia. Ma la lezione é: se acquisti una birra e salsiccia presso il tuo pusher di fiducia, e le materie prime che compongono il tuo economico pasto derivano dalla produzione del tuo paese…beh, allora i dollari non ti servono…ma se vuoi la nuova borsa di Gucci…eh….Vabbè vai a Dubai.

Ritorniamo a bomba. Cosa manca alla Russia per compiere quel salto di qualità che la porterebbe al vertice delle nazioni più evolute ? Mettiamo da parte un attimo diritti civili e sociali e politica in generale*. Manca una proliferazione tecnologica civile “interna” e non di importazione. Se si esclude la tecnologia militare, in Russia mancano molte figure professionali e piccola/media imprenditoria. Quel piccolo ma agguerrito esercito di laboriosi imprenditori civili che hanno fatto la fortuna di uno sbilenco ma magnifico paese come l’Italia**.
Il dilemma per il “dopo guerra” sarà: Mi butto nelle mani degli “amici” cinesi o vengo a patti con il nemico oltre atlantico? Nessuna delle due soluzioni è desiderabile; la Russia rimarrebbe subordinata ad entrambi i blocchi. La soluzione però è a portata di mano. Si chiama Europa***. Russia ed Europa insieme avrebbero la massa critica necessaria per competere e tenere a bada gli altri due giganti. La Russia però deve fare un passo decisivo verso di noi. Tecnologia al massimo livello, status di zona eletta dei diritti civili, massa demografica, potenza militare e risorse praticamente illimitate. Ecco cosa sarebbe questa alleanza. Non dobbiamo lasciare la Russia da sola in preda ai suoi fantasmi del passato.


Se la perdiamo, comprometteremo anche un pezzo del nostro futuro.

  • *Passo che la pur glaciale oligarchia russa deve fare se vuole sopravvivere.
  • **Anche se la stiamo demolendo in maniera suicida.
  • ***Un Europa vera. Non quel mostro che abbiamo oggi. Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi si rivoltano nelle tombe.

33 pensieri riguardo “Rust never sleep.

  1. Il problema dell’ Europa è che non è l’ Europa di Spinelli e Rossi.
    Il problema dell’ Italia è che in questa Europa non conta un cazzo.
    Il problema della Russia è il primo che ho scritto e poi il secondo ripetuto per ogni singolo paese di questa Europa.
    Il padre di tutti i problemi è che abbiamo investito tutti in una società chiamata U.S.A., l’abbiamo creata noi, ognuno con la sua percentuale e poi quella stronza ha preso vita autonoma lasciandoci sulla carta solo il valore nominale delle quote ma di fatto facendo sempre e solo il cazzo che le pare.
    Ciò non è bello. Certo è che se all’ Europa (anche solo visivamente) attaccassi tutta la Russia, non ce ne sarebbe per nessuno, manco per la Cina (che pure si difende). Ma chi potrebbe mai permettere la realizzazione di un tale evento ? Nessuno mai.

    Piace a 5 people

    1. Verissimo. L’oligarchia russa farà resistenza sino all’ultimo..ma l’alternativa quale è? Diventare il tappetino dell’insaziabile sete di energia della Cina li porrà a livello (se gli va bene) di vassalli. Non nel lungo…nel medio termine non hanno nessuna opzione spendibile a loro favore.

      Piace a 2 people

    1. capiranno anche loro che se proseguono su quella via li aspetta un destino di subordinazione alla voracità della Cina. Diventare un fornitore di materie prime, a basso prezzo, per il dragone non sarà un bel futuro.

      Piace a 2 people

  2. Non ho idea di quale sia la soluzione.
    Penso solo che la Russia, oltre ad avere una tecnologia di livello di gran lunga inferiore rispetto a USA/CAN/UK/EU , ha dimostrato di avere anche un esercito tutt’altro che invincibile, dato che si è impantanato in una guerra che loro pensavano sarebbe durata 10 giorni. E non riescono ad uscirne.
    Se per puro caso un missile arriva fuori confine in terra Nato, la Russia avrebbe contro UK, Francia, USA, Germania e verrebbe annientata. Credo Putin lo sappia, altrimenti gli mando un WhatsApp.

    Piace a 2 people

  3. Le influencer russe uguali spiccicate a quelle americane. Questo cosa significa? Loro stessi russi non hanno voluto mantenere la loro identità diversa. I giovani russi son tutti fotocopia degli occidentali. L’America ha già vinto anni fa sul territorio russo. Forse lo zar Putin non ha digerito questo. Lui e anche altri, in altri stati.

    Piace a 3 people

    1. E’ una gigantesca farsa. Il mio amico (appena rientrato dalla Russia) lo spediscono in Arabia Saudita. A due passi gli Emirati, dove i russi (benestanti) comprano nei mall tutto ciò di occidentale che dicono di aborrire.

      Piace a 2 people

  4. L’isolamento della Russia, inteso come del popolo e della cultura russa, non è “cosa buona e giusta”. Nella pratica però la guerra avrà strascichi pesanti e lunghi. “Pecunia non olet” e sicuramente troveranno un modo per riallacciare rapporti quantomeno economici. Se l’Ucraina dovesse entrare a fare parte dell’Europa sarà ancora più dura considerando che non riescono a mettere in riga l’Ungheria. Auspico che, tra Covid e guerra, l’Europa cambi passo perché sono d’accordo con te che la Cina è famelica. D’altra parte, un’eventuale isolamento della Russia che la spingesse verso la Cina, potrebbe innescare una maggiore convinzione – esigenza già evidenziata dal Covid – di riportare in Europa produzioni altrimenti delocalizzate nella terra del Dragone. Mi sembra una di quelle tipiche situazioni a Risiko quando il dado finisce di rotolare ed è in bilico 😉

    Piace a 3 people

      1. Non ti vorrei sembrare sfacciato e ingrato, ma i dollari di Aldebaran sono andati fuori corso dopo che la Death Star ha polverizzato il pianeta e tutti i suoi abitanti in uno schiocco di dita. Comprenderai che la valuta di Aldebaran non viene accettata nemmeno da quei nani molesti e pidocchiosi dei Jawa, perché – parole testuali – “porta sfiga”. Non avresti dei più comuni crediti imperiali? Lo so, fanno tanto “piccolo borghese”, ma almeno mi ci compro un Lego Star Wars da scambiare con uno dei miei due nani undicenni e, mentre lo montano, guadagno quei venti minuti di pace. Mi accontento anche di decimmilla crediti invece del munifico miglione. Sono una persona modica (al cioccolato)

        Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: