Supper’s Ready.

Supper’s ready cantava Peter Gabriel. Una zuppa pronta, ricca e saporita senza troppa fatica per la borghesia del nuovo secolo, grazie all’intelligenza artificiale e l’automazione. Tutto sbagliato. Le recovery che si susseguono a ritmo isterico in questa economia disfunzionale sono sempre più jobless. Game over. Il sogno della ricchezza borghese dell’ottocento/novecento si infrange contro gli irti scogli del secolo dell’acquiescenza. Retromarcia a livello reddituale, dei diritti civili, politici e di qualità della vita. Saremo tutti ingurgitati dal Salon des Refusés come Edouard Manet e sodali. Diverremo rifiuti e non così preziosi come i capolavori degli Impressionisti. L’ A.I. omnipervasiva che verrà sembrerà uscita dai peggiori incubi del Doctor Who.

I Dalek ringraziano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: